Songs

Cynic

Cynic

Il cerchio si chiude. Cynic è il brano centrale di The Attraction of Opposites, ed è la perfetta sintesi del disco. Tutte le coppie di brani, opposti tra di loro, mostrano contraddizioni, paure, cinismo. Qui invece si manifesta un essere umano che ha superato i propri limiti, i propri rimpianti, e ha superato anche il suo cinismo, lo stesso che traspare da altri testi.

Un individuo “nuovo”

La ricerca di se stessi, un tema particolarmente ricorrente nell’album, sembra trovare qui il suo compimento. La persona si sente veramente auto-cosciente, consapevole, capace di guardare in faccia le paure, di superare i propri conflitti interiori e vivere nel presente. In Cynic viene anche superato il paradosso dell’aiuto proveniente dall’esterno contrapposto all’indipendenza rispetto alle idee degli altri (il contrasto che c’era tra The Witness e Your Way): qua si parla di qualcuno che ti insegna qualcosa (o ti dà un aiuto), ma al tempo stesso ci sono una serie di azioni personali che vengono svolte in prima persona (I’ll break the screen – I’ll cross it all – I feel) e che quindi ti rendono indipendente e attivo.

Una nuova via

L’indipendenza però non è in contrasto con il contatto con l’esterno e con persone, anzi, viene valorizzato: l’aiuto reciproco senza manipolazione nei confronti degli altri e da parte di altri. Siamo individui unici anche grazie ai rapporti personali, a come ci plasmano e ci fanno evolvere. La ricerca di chi siamo veramente è un’impresa personale, ma allo stesso tempo sarebbe incompleta senza la comprensione che ci arriva dal confronto con le altre persone. Questo concetto di inter-dipendenza dà un risvolto di speranza e una visione positiva a tutto l’album.

Cynic è la conclusione di un percorso che, come per ogni cosa, è anche l’inizio di una nuova strada.

Leave a Reply