Paul's Corner

Gear Acquisition Syndrome (GAS): Introduzione

Gear Acquisition Syndrome Introduction

Inizierò da lontano per parlarvi di come sono diventato quello che sono oggi e del perché di questa rubrica.

Era il 1995 a Cosenza, nel sud Italia. Stavo facendo il servizio militare e già da un bel po’ di anni ascoltavo metal e lo suonavo da batterista in una band chiamata Hyperion. Mi dividevo tra le mie due grandi passioni: l’hard rock e il thrash metal ed, in quest’ultimo, tra i miei preferiti ci sono sempre stati gli Annihilator. Ancora oggi adoro Jeff Waters e ritengo che non solo sia uno dei più grandi chitarristi di sempre ma anche, e soprattutto, un compositore geniale perché pochi hanno saputo amalgamare come lui cattiveria, melodia e tecnica.

Me lo ricordo come fosse ieri, sdraiato sulla branda con le cuffie in testa in un giorno di riposo stavo ascoltando per la milionesima volta “Alice in Hell” e quando partì l’intro di chitarra classica “Crystal Ann” ebbi l’illuminazione: dovevo comprare una chitarra ed impararlo. Subito mi vestii e uscii per andare alla ricerca di un negozio di strumenti musicali in una città che non conoscevo ma, per fortuna, lo trovai quasi subito. Ne comprai una per cinquanta euro, cento mila lire dell’epoca. Non era un granché ma come prima chitarra poteva andare.

La verità è che non la suonai molto e non imparai mai quell’intro perché all’epoca ero impegnatissimo a migliorarmi come batterista e per i successivi dieci anni non feci altro che suonare quella. Fino a quando sentii il bisogno di realizzare tutte le idee che avevo in testa. A quel punto mi procurai una chitarra elettrica, una vecchia Yamaha, e come sempre da autodidatta mi impegnai moltissimo per diventare un chitarrista. Mi piace credere di esserci riuscito visto che sono qui oggi a scrivervi!

Ma torniamo al motivo di questa rubrica e del perché si chiama G.A.S. (Gear Acquisition Syndrome): perché sono sempre stato interessato al nuovo, che a volte è vecchio ma nuovo per me, a quello che non conosco. E sento spesso il bisogno di cambiare… che siano chitarre, amplificatori, pedali, preamplificatori. Ne ho provati e avuti moltissimi e continuo a provarne il più possibile perché sono sempre alla ricerca del suono perfetto, quello che mi rappresenta al meglio. E credo che sarà divertente ed interessante condividere con voi le mie prove.

Solo una cosa. Qualcuno una volta ha detto di me

Paul ha solo due suoni, spento o distorto

È un avvertimento.

Leave a Reply