Fagio's Corner

I Concerti Live

Ravenscry Live in PPM 2014

Quante volte vi è capitato di voler assistere ad un concerto live di una band che vi piace, di averne l’occasione ma alla fine di rinunciare per una o più ragioni? Il biglietto troppo caro, la location troppo lontana, la diffidenza riguardo alla gestione del pubblico da parte degli organizzatori dell’evento…

Quante volte invece vi siete lamentati sui social della vostra band preferita perché non va a suonare live e quindi non potete andare ad un loro concerto?

E ancora, quante volte siete andati ad un concerto e la qualità dell’evento ha deluso le vostre aspettative, non per colpa dei musicisti, ma per fattori collaterali? (troppa gente, merchandise dai prezzi inavvicinabili, audio scadente…)

Queste tre situazioni sono tutte collegate. Ci sono vari motivi per cui il mondo della musica live è attualmente in crisi, e questa crisi interessa le piccole e medie band così come quelle di grande popolarità. Le ragioni di questa crisi sono legate a problemi che i vari attori del processo che porta allo spettacolo live devono affrontare: problemi per la band, per i gestori dei locali, per il pubblico e per quanto riguarda le booking agency.

Parliamo innanzitutto dei problemi per le band: se parliamo di band piccole che propongono musica originale, la difficoltà è innanzitutto quella di trovare i locali disposti a pagare per lo spettacolo e ad offrire le garanzie tecniche per permettere lo svolgimento di una performance di buona qualità. Non è raro infatti che i locali propongano alle band emergenti di suonare solo per “visibilità”, quindi senza un vero e proprio compenso o con un modesto rimborso spese. Se a questo punto i musicisti sperano di incassare vendendo un po’ di merchandise, si troveranno delusi perché nella maggior parte dei casi il pubblico che si trova – per scelta o per caso – ad assistere allo spettacolo preferirà spendere il proprio denaro in fiumi di birra. Se la band è popolare, le difficoltà da affrontare sono relative agli altissimi costi di produzione degli show, il cui allestimento e la cui buona riuscita dipendono dal lavoro di decine o centinaia tra tecnici e altri professionisti. Questo si traduce in scarsi guadagni derivanti dalla vendita dei biglietti. Anche per queste band, quindi, la risorsa economica principale diventa la vendita del merchandise.

Dal punto di vista dei gestori dei locali, il principale problema riguardante l’organizzazione di eventi live in cui si esibiscono piccole band è la quasi matematica certezza del “fallimento” delle serate, dal momento che il pubblico sarà scarno e di conseguenza bassi gli introiti. D’altro canto, anche per le esibizioni di grandi band sussistono problematiche non indifferenti, sia di carattere logistico-organizzativo che economico, dal momento che per l’allestimento di eventi di una certa portata è necessario investire in professionisti del settore.

Per il pubblico, non sempre può essere facile poter supportare le proprie band preferite quando suonano dal vivo. Se sono piccole band, è facile che i live si svolgano in locali poco facilmente raggiungibili e ad orari improbabili. Inoltre, quasi sempre l’attenzione prestata dagli organizzatori alla buona riuscita qualitativa degli show in termini di audio e luci è scarsa. Quando si parla di band molto popolari, i problemi sono altri: il costo spropositato dei biglietti e del merchandise, il dover affrontare le ondate di folla che si accalcano ai cancelli ore prima dell’inizio dello show, il o i concerti delle band spalla…

Infine c’è il problema delle booking agency, che si occupano di procacciare date e tour di concerti agli artisti. Anche qui le criticità sono notevoli, dal momento che spesso, quando si parla di piccole band, queste agenzie promettono di poter trovare ottime possibilità di esibizione per gli artisti, ma poi in realtà hanno ben poco da offrire, siccome il mercato è in crisi. Si riducono quindi a proporre concerti di affiancamento alle band più grandi, i cosiddetti slot, che però comportano spese notevoli da parte delle piccole band, costrette a pagare per poter avere l’onore di condividere i palchi con i colleghi di maggior successo e finendo a suonare come band spalla, snobbate dal pubblico di fan del gruppo principale.

Sebbene la situazione sia sicuramente molto problematica, all’osservazione delle criticità deve seguire il tentativo di cercare delle soluzioni… ma se ne parlerà al prossimo capitolo.

One thought on “I Concerti Live

Leave a Reply